Cittadini e cittadine della regione mobilitiamoci!   Dopo il parere positivo della commissione ministeriale Via pensiamo sia necessario attivare tutti i cittadini e tutte le cittadine, le reti sociali e associative, il mondo imprenditoriale agricolo e turistico, gli enti locali, per costruire una mobilitazione efficace che sia in grado di fermare il progetto Ombrina Mare.

Lotte ambientali e democrazia Conflitti e strumenti per la giustizia ambientale: un Atlante e un Tribunale d’opinione per le comunità resistenti INIZIATIVA PUBBLICA 16 MAGGIO ORE 18:00   Verso il corteo del 23 maggio a Lanciano No Ombrina Mare contro tutte le trivelleFermare lo Sblocca ItaliaFermare l’onda fossile del governo Renzi   Scarica la locandina

Corteo nazionale No Ombrina Mare – Lanciano, 23 Maggio   NE’ TRIVELLE NE’ PETROLIO NE’ IN ABRUZZO NE’ ALTROVEFERMARE LO SBLOCCA ITALIA   Abbiamo deciso di aderire alla manifestazione che il Coordinamento No Ombrina ha lanciato il 23 maggio a Lanciano contro i progetti di estrazione petrolifera lungo la Costa dei Trabocchi in Abruzzo. Si tratta

[Comunicato stampa del 7 ottobre 2015 del Coordinamento No Ombrina] Il 14 ottobre a Roma, davanti la sede del ministero dello sviluppo economico in via Molise 2, a partire dalle 10:30, il Coordinamento No Ombrina ha organizzato un sit-in chiedendo l’appoggio anche da altre regioni per bloccare il progetto Ombrina Mare che porterebbe le trivelle nel

  Iniziativa pubblica a sostegno del REFERENDUM del 17 APRILE     domenica 20 marzo | h. 20.00 Csoa La Strada | Via Passino 24   Partecipa e diffondi su facebook Scarica la locandina Sostieni il referendum. Vota Sì! Sostieni Italian Offshore, guarda un estratto!     Intervengono:   ANDREA SEGRE MONI OVADIA   A

COORDINAMENTO NAZIONALE NO TRIV ed ALTRE 147 ASSOCIAZIONI   CONFERENZA STAMPA – ROMA, CAMERA DEI DEPUTATI – 28 FEBBRAIO 2017 ORE 16,00   PRESENTAZIONE PROPOSTA DI LEGGE PER REINTRODURRE IL “PIANO DELLE AREE”   Nei giorni scorsi 148 associazioni e comitati e 135 personalità della cultura, della politica e delle scienze hanno inviato ai Presidenti delle

  Il Coordinamento Nazionale No Triv, giunto al quinto anno di vita, vuole definire i passi da compiere, in condivisione con altri movimenti, associazioni e cittadini/e, per contrastare l’attuale Strategia Energetica Nazionale, per portare avanti la campagna per il ripristino del Piano delle Aree, per discutere della riscrittura delle procedure di V.I.A., per pretendere la