Agrocombustibili

Palma da olio: domande e risposte

19 marzo, 2010 | Redazione A Sud

[di Rodriguez Guadalupe su Ecoportal.net] 12 Domande e risposte sul tema della palma da olio L’olio di palma è una delle materie prime che si utilizzano per la produzione di biocombustibili o agrocombustibili , di

Lo scandalo degli agrocombustibili nei paesi del Sud

9 ottobre, 2009 | Redazione A Sud

Come sempre, in un progetto capitalista, vengono ignorate le cosiddette esternalità, ossia tutto ciò che non è compreso nelle logiche di mercato. Per contribuire a soddisfare la domanda energetica mondiale, verranno sacrificati centinaia di milioni di ettari di terra coltivabile - la maggior parte dei quali si trovano nei paesi del sud del mondo - destinati alla produzione di agrocombustibili.  Secondo le stime ufficiali, almeno 60 milioni di contadini verranno cacciati dalle loro terre. Il prezzo di queste "esternalità" - pagato dalle comunità e dagli individui e non dal capitale - è spaventoso.


Messico: Alimentazione. Un mondo con più cibo e più fame

21 settembre, 2009 | Redazione A Sud

“La nostra terra è stata trascurata, il raccolto non è sufficiente e dobbiamo reperire i prodotti dall’esterno”, queste sono le parole dell’indigena nahua, Brígida Chautla, pronunciate di fronte al relatore speciale delle Nazioni Unite sul Diritto all’Alimentazione in Messico, il belga Olivier de Schutter. Alle voci della donna indigena, originaria dello stato meridionale di Guerriero, uno dei più poveri del paese, e membro dell’organizzazione Todas las Mujeres como Una Sola, si sono sommate quelle dei rappresentanti di alcune organizzazioni sociali.


Agrocombustibili in Brasile. La Monsanto e l’etanolo

18 luglio, 2009 | Redazione A Sud

Il Brasile è considerato, a livello mondiale, un caso esemplare di “camino hacia delante” in materia di agrocombustibili. Purtroppo i governi che affermano questo non tengono in considerazione gli alti costi sociali e ambientali del modello brasiliano di produzione di etanolo. I movimenti e le organizzazioni sociali del Brasile si oppongono all'idea che l'energia ricavata dalla canna da zucchero possa essere classificata come “pulita”, alla luce dei danni sociali e ambientali sempre più devastanti che derivano dalla sua produzione su vasta scala.



Back to Top ↑